. 18 MAGGIO: RIAPERTURA ATTIVITA' PRODUTTIVE

I documenti ufficiali e tutto quello che c'è da sapere

DPCM E ALLEGATI

 

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte ha firmato il nuovo Dpcm che disciplina le misure per la Fase 2 in vigore dal 18 maggio. Negli allegati sono contenuti i protocolli di sicurezza oltre alle linee guida attività per attività. 

 

Scarica i documenti in basso e il modulo di autocertificazione per gli spostamenti fuori regione (solo per lavoro, necessità, salute) .

 

 

L'ORDINANZA DELLA REGIONE DEL VENETO 

Come previsto dal Dpcm la Regione del Veneto ha emanato una nuova ordinanza che resterà in vigore dal 18 maggio fino al 2 giugno

Cliccando qui si può scaricare il documento

 

Questi i principali contenuti: 

Uso dei dispositivi:

  • L'obbligo di utilizzo della mascherina vige sempre quando ci si trova fuori dalla propria abitazione
  • Prevista una sanzione cha va dai 400 euro a 3mila euro per chi non indossa la mascherina fuori dall'abitazione
  •  

Spostamenti:

  • Fino al 2 giugno sono ammessi solo nel territorio regionale; gli spostamenti fuori regione saranno possibili solo dal 3 di giugno
  • Possibilità di accordi tra province contermini per la visita tra congiunti (già possibile con Trento e Friuli) previa comunicazione ai Prefetti
  • Mascherina non obbligatoria alla guida, per i soggetti che soggiornano da soli in locali non aperti al pubblico, per chi fa attività fisica intensa in luoghi isolati, bambini sotto i sei anni, persone con disabilità non compatibili con l'uso prolungato del dpi.

 

Cosa riapre da lunedì 18 maggio:

  • Attività di somministrazione alimenti (ristorazione, bar, trattorie, pub, gelaterie, pasticcerie etc)
  • Stabilimenti balneari
  • Strutture ricettive; strutture alberghiere ed extralberghiere
  • Rifugi alpini
  • Campeggi
  • Servizi alla persona; (riapertura posticipata per : tatuatori; trattamento con bagno turco; saune e attività termali)
  • Commercio al dettaglio (senza alcuna esclusione di categoria merceologica)
  • Mercatini (usato etc), ambulanti
  • Uffici aperti al pubblico
  • Tutti esercizi professionali (anche lezione di pratica sportiva ma con distanziamento di 2 metri)
  • < >
    Attività produzione teatrale (i teatri restano però chiusi)
  • Piscine pubbliche e private (anche degli alberghi, pubbliche private)
  • Palestre (anche modalità a corsi ma non con contatto fisico – ex: danza, calcetto)
  • Impianto sportivi
  • Manutenzione del verde pubblico e privato
  • Musei archivi e biblioteche
  • Parchi zoologici e riserve naturali, giardini botanici
  • TPL – trasporto pubblico locale
  • Impianti a fune (seggiovie)
  • Ammessa l'esperienza di tirocinio – stage
  • Consentito a enti pubblici e privati attività formative che non possono essere fatte a distanza

 

Sospese:

  • Centri termali (fatta eccezione per le cure)
  • Centri culturali e sociali
  • Sale gioco scommesse bingo discoteche e locali assimilati e parchi divertimento   
Documenti Allegati: