. CNA ESPRIME FORTE DELUSIONE PER MODIFICHE AI CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO

“Sono state ignorate le preoccupazioni e le richieste espresse dal mondo dell’impresa, soprattutto da quello delle piccole imprese, mentre ci avevano promesso ascolto e attenzione, visto che siamo l’ossatura dell’economia italiana. Questo ci ha profondamente deluso. Inoltre rimangono alte le nostre perplessità e le nostre preoccupazioni”.

Questo il commento di Alessandro Conte, Presidente di CNA Veneto alla conversione in legge del Decreto Dignità. Il testo approvato, infatti, non cambia nella sostanza il testo del decreto e quindi non presta attenzione alle preoccupazioni sulle modifiche ai contratti a tempo determinato, che ad alta voce si sono alzate per settimane da grandissima parte del mondo datoriale, ma in particolare da artigiani e piccole imprese.

Un Decreto che non costruisce strumenti nuovi e più efficaci per coniugare mercato, regole e diritti dei lavoratori, ma modifica in senso peggiorativo regole e strumenti ben funzionanti e efficienti come i contratti a tempo determinato che hanno permesso la tenuta dell’occupazione in un periodo di forte instabilità e turbolenza.

“L’inasprimento nei confronti di contratti a tempo determinato, con aggravi delle clausole e dei costi in caso di interruzione dei contratti, senza incentivi per la trasformazione dei contratti a termine in definitivi creerà grandi difficoltà alle piccole imprese, con forte turn over e una maggiore conflittualità. Questo provvedimento non toglierà il lavoro precario, ma in molte situazioni addirittura il lavoro”, afferma ancora Conte.

A giudizio del Presidente di CNA Veneto, infatti, la ripresa dell’occupazione in questi anni è stata possibile proprio grazie ad una legislazione adattiva che ha fatto incrociare le esigenze di chi domanda e di chi offre lavoro, consentendo a migliaia di lavoratori di uscire dal “nero”, da un precariato fatto di finte partite Iva, di finti soci di cooperative, e di poter disporre della protezione piena di un contratto collettivo con tutele, garanzie e diritti.